domenica 22 marzo 2015

IL FUMETTO D'ANTIQUARIATO: MARVELMAN/MIRACLEMAN

...continuando a parlare di fumetto d'antiquariato voglio dedicare una menzione particolare per MARVELMAN/MIRACLEMAN. Ho scritto di proposito entrambi i nomi perché il personaggio in origine era chiamato Marvelman e successivamente è stato rinominato o per meglio dire ripubblicato con il nome di Miracleman.
Per chiarire meglio il perché di questo cambiamento di nome, facciamo un po' di storia...durante la Golden Age dei fumetti, diciamo intorno agli anni quaranta, in America oltre ad esserci i due colossi editoriali Marvel & DC vi erano molte altre piccole realtà editoriali tra cui la Fawcett Comics che pubblicava i fumetti di Capitan Marvel...


Capitan Marvel (Fawcett Comics)



attenzione...da non confondere con l'omonimo personaggio che venne pubblicato in futuro, e precisamente, negli anni '60 dalla Marvel Comics che potete vedere raffigurato di seguito.
Capitan Marvel (Marvel Comics)
Ma chi era questo Capitano della Fawcett Comics? In realtà si trattava di Billy Batson, un bambino che grazie ad uno stregone aveva ottenuto la possibilità di trasformarsi in un supereroe adulto pronunciando la parola SHAZAM.
Il significato di questa parola è S di Solomon, H di Hecules, A di Atlante, Z di Zeus, A di Achille e la M di Mercurio che conferisce a chi la pronuncia la saggezza di Salomone, la forza di Ercole, la resistenza di Atlante, il potere di Zeus, il coraggio di Achille e la velocità di Mercurio.
Di fatto il personaggio della Fawcett aveva alcune caratteristiche con un altro supereroe, un icona in quegli anni e in quelli a venire, sto parlando di Superman. Questi due eroi avevano in comune la supervelocità, la superforza e potevano volare.
Tutto questo cominciò a dare fastidio alla DC Comics, l'editore che deteneva i diritti di Superman, che accusò di plagio la Fawcett. Ma la verità era che Capitan Marvel aveva più successo del loro Superman ma con la crisi dei fumetti dei Supereroi durante gli anni '50 le vendite di tutti i comics del genere subirono un forte calo, ma majors come la DC Comics riuscirono a sostenete il colpo ma realtà più piccole con in corso anche una causa con la DC non poterono reggere, e le difficoltà finanziarie portarono la Fawcett Comics fino al punto da costringerli ad abbandonare la causa legale e arrendersi alla DC. Questo portò anche alla sospensione delle pubblicazioni del personaggio.
Tra le altre cose quest'ultima assorbì la Fawcett Comics ed i suoi personaggi che oggi fanno parte del DC Universe.
Prima della causa tra i due editori, l'editore inglese L. Miller & Son Limited aveva acquistato i diritti per la pubblicazione delle storie di Capitan Marvel nel Regno Unito. Ma con la vittoria della causa da parte della DC e la conseguente sospensione della serie del Capitano, l'editore inglese per paura di perdere diritti e lettori decise di creare un proprio personaggio, una versione inglese, e grazie a Mick Anglo nacque un eroe con il nome di Marvelman.
Le similitudini con il Capitan Marvel della Fawcett Comics erano molte, entrambi avevano la superforza, volavano, ecc...Billy Batson era un ragazzino che pronunciando la parola SHAZAM si trasformava in Capitan Marvel, invece Michael 'Mike' Moran anch'egli ragazzino quattordicenne diventava Marvelman pronunciando la parola KIMOTA ovvero ATOMIC al contrario sostituito dalla lettera K.
In pratica uno otteneva i poteri attraverso la magia mentre l'altro attraverso la scienza.
Altre somiglianze le troviamo anche nei personaggi di supporto, ad esempio nelle storie di Capitan Marvel c'è il personaggio che fa da spalla chiamato Capitan Marvel Jr. e anche Marvelman ha una spalla adolescente, e si chiama Young Miracleman (Dicky Dauntless). In Capitan Marvel abbiamo una versione femminile di nome Mary Marvel mentre nelle storie di Marvelman anziché un personaggio femminile abbiamo sempre un personaggio maschile adolescente di nome Kid Miracleman (Johnny Bates).
La serie durò dal 1954 al 1963 con notevole successo.
In Italia il personaggio di Marvelman venne pubblicato nell'omonima collana di 8 numeri, e precisamente dal n.1 del Dicembre 1965 al n.8 del Settembre/Dicembre 1966 dall'editore romano Edit Europa.
I numeri della collana sono molto rari e costosi nella sua interezza.
Di seguito la cover del primo numero.

Marvelman 1 (Edit Europa)


 Per chi volesse conoscere le storie che sono contenute all'interno dei singoli 8 albi, eccovi un elenco:
- Marvelman 1 (Dicembre 1965)
  1. Marvelman ed il fantastico pianeta Bleep;
  2. Marvelman e la missione pericolosa;
  3. Marvelman ed il corpo speciale segnalazioni;
  4. Marvelman, sabotaggio all'autodromo;
  5. Marvelman e gli Dei esiliati;
  6. Marvelman e il ragazzo del Rock and Roll;
- Marvelman 2 (Gennaio 1966)
  1. Marvelman e la minaccia subacquea;
  2. Marvelman e la rivolta di Tropico;
  3. Marvelman magnetizzato;
  4. Marvelman ed il volo del Rocket X1;
  5. Marvelman, il banchiere e i pellerossa;
  6. Marvelman ed il vecchio sconfinato Ovest;
 - Marvelman 3 (Marzo 1966)
  1. Marvelman in Utopia;
  2. Marvelman e il Dott. Duck;
  3. Marvelman e le elezioni del 18° Secolo;
  4. Marvelman e l'ultimo commando;
  5. Marvelman e Icaro;
- Marvelman 4 (Aprile 1966)
  1. Marvelman e la minaccia subacquea (in copertina è: Il pericolo Subacquea);
  2. Marvelman e i Crociati;
  3. Marvelman e la troupe cinematografica;
  4. Marvelman e lo Squadrone del Diavolo;
  5. Marvelman, il pacifista;
  6. Marvelman e Robin Hood; 
- Marvelman 5 (Maggio 1966)
  1. Marvelman a Blackpool;
  2. Marvelman ed il sottomarino;
  3. Marvelman e il chimico pericoloso;
  4. Marvelman e William Rufus;
  5. Marvelman e i corridori rivali;
  6. Marvelman e la città-giungla;
- Marvelman 6 (Giugno 1966)
  1. Marvelman e L'uomo Rana
  2. Marvelman e il paese dei sognatori;
  3. Marvelman e l'artista del delitto;
  4. Marvelman e i gemelli terribili;
  5. Marvelman ed il Presidente Plogscraw;
- Marvelman 7 (Agosto 1966)
  1. Marvelman e la maledizione;
  2. Marvelman ed i baffi di Santa Claus;
  3. Marvelman ed i Rangers del Texas;
  4. Marvelman e la scimmia gigante;
  5. Marvelman e il mostro atomico;
  6. Marvelman e la macchina nucleare;
- Marvelman 8 (Dicembre 1966) - in copertina il titolo è: Marvelman e l'uglisauro.
  1.  Marvelman e il ragazzo che lo odiava;
  2. Marvelman a rovescio;
  3. Marvelman e la minaccia del V3;
  4. Marvelman e gli scimpanzè dello spazio;
  5. Marvelman un racconto nuovo di zecca;
  6. Marvelman e l'isola dimenticata;
  7. Marvelman e il mistero dell'ambulanza;
  8. Marvelman e la maledizione;
Dopo molti anni di assenza il personaggio, grazie alla Eclipse Comics, fece il suo ritorno nel 1982 con Alan Moore ai testi che operò una revisione del personaggio, e vennero abbandonate quelle atmosfere e storie di ingenuità propria degli anno '50. La nuova serie chiuse dopo 24 numeri a causa di problemi finanziari dell'editore. Infatti la serie inizialmente conteneva storie scritte da Alan More e poi da Neil Gaiman ma la chiusura improvvisa interruppe il ciclo di Gaiman.
Senza entrare nel merito di altre cause legali tra editori per i diritti sul personaggio torniamo in Italia al periodo Panini Comics in cui nella collana ombrello Marvel Collection dal numero 29 inizia la pubblicazione della serie di Miracleman del 1985 della Eclipse Comics di 24 numeri attualmente in Italia ancora in corso e giunta a Marvel Collection n.40 del Febbraio 2015 che contiene Miracleman #12 del Settembre 1987. Di seguito le cover del n.1 Panini e le relative Variant Edition.

Miracleman 1 e le Variant Cover - Panini Comics

Da notare che i primi due numeri della collana originale Miracleman furono pubblicati nei numeri 19 e 20 della rivista italiana antologica Super Comics del 1990 dal formato gigante edita dalla Max Bunker Press che pubblicava Graphic Novel della Marvel.


Super Comics 19 - Max Bunker Press
Super Comics 20 - Max Bunker Press













Nessun commento:

Posta un commento