martedì 3 marzo 2015

VORREI INIZIARE A LEGGERE X-MEN MA...

"...NON SO DA DOVE INIZIARE...QUALCUNO PUO' AIUTARMI?"
questa è la domanda che alcuni utenti e amici mi hanno rivolto chiedendo il mio aiuto, perché incuriositi dai film o dai Supereroi in generale ma spaventati e confusi dalla moltitudine di albi e speciali mutanti pubblicati nelle edicole e/o nelle fumetterie e anche dalla "famigerata" Continuity che è una caratteristica tipica del fumetto supereroico.


Iniziamo con un breve cenno di storia sulle pubblicazioni degli X-Men in Italia:
i nostri amati mutanti sono stati pubblicati per la prima volta in Italia, sin dal loro primissimo numero, in appendice alle storie dell'eroe a Stelle e Strisce e più precisamente nella collana CAPITAN AMERICA pubblicata dalla Editoriale Corno di Milano.


Collana:    Capitan America 1° Serie
Numeri:    128
Anno:       1973
Formato:  Spillato
Tipo:        Serie Antologica
Editore:    Editoriale Corno

















Come si evince da questa immagine, nell'angolo in basso a destra della cover del n.1 della serie dedicata al Capitano, si può notare la scritta "contiene: X-Men".
Le storie degli X-Men pubblicate in appendice alla serie di CAP sono tratte dalla serie originale U.S.A. X-Men poi rinominata Uncanny X-Men mantenendo la numerazione.

The X-Men #1 del 1963 (Marvel Comics)

Nella serie originale, dal #1 e fino al #66 sono state pubblicate le storie dei cosiddetti X-Men Originali, mentre gli albi dal #67 al #93 sono ristampe in quanto contenevano le stesse storie già apparse nei numeri fino al #66.
In pratica è come se la serie fosse stata sopsesa con il #66.
Questo perché non riscuoteva sufficiente successo di pubblico.
Vi chiederete...chi sono gli X-Men Originali???
   
- Ciclope (Scott Summers),
- Marvel Girl (Jean Grey),  
- Uomo Ghiaccio (Robert Drake),
- Bestia (Henry "Hank" McCoy) 
- Angelo (Warren Worthington III).

Ovvero i cinque personaggi che potete vedere raffigurati nella cover dell'albo "The X-Men #1".




 Prima dell'uscita del #94 della serie Uncanny X-Men fu pubblicato l'albo:  
GIANT-SIZE X-MEN che fece da apripista alla "Seconda Genesi" di X-Men.

Giant-Size X-Men 1 del 1975 (Marvel Comics)
Questa seconda genesi era composta da mutanti provenienti da diverse parti del mondo, proprio per dare una sorta di internazionalità alla serie e ai personaggi.
Infatti Banshee è di origine Irlandese, Wolverine è Canadese, Tempesta è Africana, Sole Ardente è Giapponese, Colosso è Russo, Nightcrawler Tedesco e Thunderbird è un Nativo Americano.
L'unico membro della precedente formazione che ritroviamo è Ciclope alias Scott Summers e leader dei nuovi X-Men.

Ciclope (Scott Summers)
Banshee (Sean Cassidy)
Wolverine (James Howlett)
Thunderbird (James Proudstar)
Colosso (Piotr "Peter" Nikolaievitch Rasputin)
Tempesta (Ororo Munroe)
Nightcrawler (Kurt Wagner)
Sole Ardente (Shiro Yoshida)

Alla guida di questi nuovi X-Men e più precisamente ai testi fu inserito un giovane Chris Claremont che per ben 16 anni scrisse le loro storie e fece degli X-Men il mito che sono oggi.
Ricapitolando le storie degli X-Men della serie originale dal #1 al #104 sono state pubblicate nei seguenti numeri di Capitan America della Editoriale Corno che puoi visualizzare qui
In seguito alla chiusura della collana di Cap, la Corno proseguì la pubblicazione delle storie dei mutanti nelle seguenti collane:
  • Il Mitico Thor 1° Serie (per conoscere gli albi clicca qui);
  • Gli Eterni (per conoscere gli albi clicca qui);
  •  L'uomo Ragno 2° Serie (per conoscere gli albi clicca QUI);
Con il fallimento dell'Editoriale Corno i Super-Eroi caddero in un limbo e per molti anni nelle edicole non ci furono pubblicazioni con eroi Marvel, fino a quando nel 1985 la casa editrice Labor Comics acquisì i diritti di alcuni fumetti americani Marvel e nel 1986 lanciò una rivista dal nome "Marvel" per presentare le serie regolari dei Super-Eroi della Casa delle Idee.
Purtroppo dopo solo 2 numeri il mensile "Marvel" chiuse e subito dopo anche la casa editrice di Todi.
Quindi la pubblicazione della collana U.S.A. "Uncanny X-Men" proseguì la sua corsa nei 2 numeri "Marvel" della Labor Comics che trovate QUI.
Dalle ceneri della Labor nel 1987 nacque la Star Comics giovane casa editrice che riportò nelle edicole i personaggi Marvel iniziando con la collana de L'uomo Ragno.
Ed è proprio negli albi dell'arrampicamuri che proseguirono le pubblicazioni delle storie degli X-Men esattamente da dove si erano interrotte con il fallimento della Labor Comics.
QUI l'elenco degli albi de L'uomo Ragno Star Comics che hanno ospitato le storie mutanti fino a quando nel Luglio del 1990 fu lanciato un mensile dedicato a loro dal nome Gli Incredibili X-Men.

Gli Incredibili X-Men n.1 (Star Comics)
Questo mensile fino al n.45 venne pubblicato dalla Star Comics e poi mantenendo la stessa numerazione l'editore divenne la Marvel Italia oggi Panini Comics che rilevo i diritti di tutti i personaggi della Marvel Comics diventando così l'unica casa editrice a pubblicare i fumetti della Casa delle Idee.
Questo mensile fino al n.45 venne pubblicato dalla Star Comics e poi mantenendo la stessa numerazione l'editore divenne la Marvel Italia oggi Panini Comics che rilevo i diritti di tutti i personaggi della Marvel Comics diventando così l'unica casa editrice a pubblicare i fumetti della Casa delle Idee.

Collana:   Gli Incredibili X-Men (Serie in corso...)
Numero:  1
Data:        Luglio 1990
Formato:  Spillato
Tipo:        Serie Antologica
Editore:    Star Comics




Da segnalare che prima della pubblicazione del n.46 targato Marvel Italia della collana de
Gli Incredibili X-Men fu pubblicato un albo numero zero.


Gli Incredibili X-Men n.0 (Marvel Italia)

Collana:   Gli Incredibili X-Men
Numero:   0
Data:        Aprile 1994
Formato:  Spillato
Tipo:        Serie Antologica
Editore:    Marvel Italia

















Dopo questo viaggio editoriale mutante nelle pubblicazioni italiane sicuramente vi chiederete:
...ma per leggere gli X-Men devo recuperare tutti quegli albi...?

Nessun commento:

Posta un commento